…Nel 1753 Carlo III di Borbone acquistò dalla Mensa Arcivescovile di Benevento la sorgente del Fizzo, alle falde del Taburno, nei pressi di Montesarchio. L’acquedotto che sarebbe stato costruito per convogliare le acque dalle sorgenti alla Reggia di Caserta fu detto “Carolino” in onore del Re.

 

Vanvitelli presentò diverse soluzioni per la canalizzazione delle acque a causa della difficoltà del percorso, che si presentava estremamente impervio sia per la natura dei terreni che per la sua lunghezza pari a circa 38 chilometri. Molti ostacoli erano da superare: primo tra questi l’attraversamento della vallata tra il monte Longano e il monte Garzano, oggi Monte Calvi, opera che avrebbe portato il grande architetto ad una delle massime espressioni del suo genio…

 

 

Reali Delizie, Itinerario Storico-artistico in Campania Felix, Ettore e Roberta Ventrella

 

Descrizione immagine
Descrizione immagine

Area Parcheggio