Santuario di San Michele

Si narra che nel sec. VI sia stato lo stesso Arcangelo Michele a volere sulla  cima del monte di Maddaloni  una  chiesetta  a  Lui  dedicata. Un giovinetto del luogo, che era solito portare a pascolo le sue capre sui monti circostanti, una mattina condusse il suo piccolo gregge sulla sommità del monte, sicuro di trovare pascoli migliori. Giunto sul posto, fu attratto dalla presenza di un giovane di aspetto celestiale che portava pietre sulla sommità del monte.
Con semplicità il giovane capraio cercò di rendersi utile, aiutando lo sconosciuto nel suo lavoro. Dopo qualche giorno il capraio domandò al giovane chi fosse, e questi gli rispose di essere l'Arcangelo Michele e che desiderava l'erezione di una Cappella laddove aveva ammucchiato le pietre. L'Autorità ecclesiastica, quella civile ed il popolo appena vennero a conoscenza del desiderio dell' Arcangelo, gli edificarono nel luogo prescelto una chiesetta.

Descrizione immagine

                                Come arrivare:

A)     con la macchina dall’uscita dell’autostrada   A1 Caserta Nord

B)     a piedi dalla chiesa di San Benedetto diMaddaloni inizia un splendido sentiero   chesi arrampica fino al Santuario.

C)     Come arrivare con la macchina, dall’uscita dell’autostrada A1 Caserta Sud, alla   chiesa diSan Benedetto.